PEC LEGALMAIL - COME RICHIEDERLA

È possibile richiedere in tempo reale l'attivazione del servizio di Posta Certificata, al link che segue.

Modulo Richiesta Legalmail

 

COSTI PER L'ATTIVAZIONE DELLA LEGALMAIL
LEGALMAIL STANDARD  - 2 GB totali 1 GB di spazio inbox e 1 GB di archivio di sicurezza

Per aziende, privati

Nuove: € 40.00 - fatturazione biennale (20.00 / anno)

Rinnovi: € 35.00 - fatturazione biennale (17.50 / anno)

Per i professionisti (avvocati, commercialisti, notai, ecc.)

Nuove: € 35.00 - fatturazione biennale (17.50 / anno)
Rinnovi: € 30.00 - fatturazione biennale (15.00 / anno)

LEGALMAIL BRONZE - 5 GB totali

€ 50.00 - fatturazione biennale (25.00/anno) - 2 GB di spazio inbox e 3 GB di archivio

LEGALMAIL SILVER - 8 GB totali

€ 39.00 - fatturazione annuale (39.00 / anno) - 2 GB di spazio inbox e 6 GB di archivio

LEGALMAIL GOLD - 15 GB totali

€ 79.00 - fatturazione annuale (79.00 / anno) - 2 GB di spazio inbox e 13 GB di archivio


COME RINNOVARE

A partire da tre mesi prima della scadenza della casella invieremo un promemoria via mail, la conferma e/o il rinnovo della casella è da effettuarsi entro e non oltre i 10 giorni prima della scadenza effettiva, in caso di mancata conferma entro il termine stabilito la casella sarà automaticamente revocata secondo le modalità contenute del manuale operativo, qualora non vi fosse arrivato l'avviso di scadenza vi invitiamo a contattarci.

LA PEC

La Posta Elettronica Certificata Legalmail permette di sostituire la raccomandata, il fax o altri strumenti tradizionali:

  • nei rapporti ufficiali con soggetti che dispongono di posta certificata
  • per l'inoltro di comunicazioni che attestino l'invio ma non richiedano la certificazione della consegna, ad esempio le fatture.

Avere il servizio Legalmail per la propria professione garantisce:

  • Accesso sicuro alla propria casella di posta elettronica da qualsiasi postaizone internet
  • Possibilità di firmare e crittografare un messaggio utilizzando l'interfaccia web
  • Possibilità di richiedere personalizzazioni dei domini e dell'interfaccia grafica

Qualche esempio?

  • Trasmissioni di documenti alle Pubbliche Amministrazioni
  • Invio di ordini, contratti, fatture
  • Convocazioni di Consigli, Assemblee, Giunte
  • Inoltro di circolari e direttive
  • Gestione di gare di appalto
  • Gestione delle comunicazioni ufficiali all'interno di organizzazioni articolate o a "rete" (franchising, agenti, eccetera)
  • Integrazione delle trasmissioni certificate in altri prodotti come ERP, paghe e stipendi, protocollo, gestori documentali, workflow

APPROFONDIMENTI SULLA PEC

L'introduzione nella normativa italiana della Posta Elettronica Certificata (PEC), ha messo a disposizione dei privati, delle aziende, dei professionisti e delle Pubbliche Amministrazioni uno strumento efficace, economico e sicuro che garantisce alle comunicazioni via Internet lo stesso valore legale delle raccomandate con avviso di ricevimento.

Il Codice dell'Amministrazione Digitale (Decreto Legislativo 82/2005 modificato ed integrato dal Decreto legislativo 235/2010) ha conferito alla posta certificata un valore mai attribuito finora alle comunicazioni su Web, rendendo la ricezione dei messaggi opponibile a terzi in caso di contenzioso. In particolare il Codice (art. 48 comma 1) stabilisce che "La trasmissione telematica di comunicazioni che necessitano di una ricevuta di invio e di una ricevuta di consegna avviene mediante la Posta Elettronica Certificata ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 11 febbraio 2005, n. 68". Ulteriori approfondimenti sull'evoluzione, la normativa e le regole della PEC sono disponibili nella sezione dedicata del sito Agenzia per l'Italia Digitale (ex DigitPA).

Legalmail, realizzata da InfoCert, è la Posta Elettronica Certificata con valore legale che risponde alla normativa vigente. InfoCert è l'Autorità di Certificazione con la più ampia diffusione di certificati di firma digitale in Italia.

L'articolo 16 del Decreto Legislativo 185/2008 (convertito con Legge 2/2009) sancisce che:

  • I professionisti devono dichiarare, entro un anno dall’entrata in vigore del Decreto, l'indirizzo PEC ai rispettivi ordini provinciali
  • Le nuove società sono tenute a dichiarare l'indirizzo PEC all'iscrizione nel registro delle imprese
  • Le società già esistenti dovranno dichiarare, entro tre anni dall'entrata in vigore del Decreto, l'indirizzo PEC al Registro delle Imprese
  • Tutte le pubbliche amministrazioni devono dichiarare il proprio indirizzo PEC;

ulteriori approfondimenti sono disponibili sul sito di infocert al link:

https://www.legalmail.it/info/pec-posta-elettronica-certificata.php

Documenti